• Cooler Master CM Storm Recon


    Cooler Master con la serie CM Storm ha dato alla sua clientela periferiche selezionate e studiate per il mercato Gamers ma le linee e le prestazioni si prestano molto bene anche per l'uso dei tutti i giorni e per chi e' alla ricerca di qualcosa di originale.
    Dopo aver recensito il mouse Inferno e Xornet ci troviamo di fronte all' ultima proposta della serie CM Storm, il Recoon.





    Il CM Storm Recon e' un mouse dalle dimensioni standard, ambidestro, con connessione USB, il cavo di alimentazione e' abbastanza lungo, siamo quasi a 2 metri, la risoluzione e' selezionabile tramite i due tasti posti sul dorso, possiamo scegliere quella che piu' si adatta alle nostre esigenze.
    Il sensore utilizzato e' l'Avago 3090, componente ad alte prestazioni che con una frequenza di campionamento di 1 KHz garantisce un tempo di risposta di 1ms.
    Nove sono i tasti che troviamo sul Recon, essendo un mouse con un DNA Gamers e' dotato di cinque profili di funzionamento e permette di memorizzare fino a 36 macro.




    La confezione del CM Storm Recon e' accattivante, lo sfondo nero mette in evidenza la grafica sia nelle immagini che nei testi.

    L'apertura a libro ci permette di vedere il mouse senza per forza aprire la confezione, vengono riportate le caratteristiche piu' interessanti.

    Ma per conoscere meglio il Recon troviamo tutte le specifiche tecniche sul retro della confezione, anche se di lingua inglese, il tutto e' di facile comprensione.
    A corredo una guiida veloce, anche se e' del tutto superflua, ma se ce ne fosse bisogno in queste poche pagine troviamo il settaggio di default dei nove tasti scritto nelle principali lingue , per le restanti troviamo degli spazi pubblicitari di altri prodotti della linea CM Storm.



    Come gia detto in precedenza il CM Storm Recon e' un mouse anbidestro, le linee sono simmetriche per agevolare la presa durante l'utilizzo anche con la mano sinistra.
    La scocca e' divisa in tre parti, la base rigida nera lucida, la parte centrale e' antracite, mentre la parte superiore e' nera opaca, molto morbida al tatto, si traduce in una presa comoda e sicura durante le sessioni di gioco.



    La linea del Recon si adatta bene al palmo della mano, non risulta troppo alto, quindi il polso non ne risente, i quattro tasti laterali nella configurazione di default servono per andare avanti ed indietro tra la cronologia del nostro browser, sul manuale si parla di Internet Explorer, ma anche con Chrome il risultato e' lo stesso.
    Sulla parte posteriore troviamo la classica rotella per lo scroll, risulta molto precisa ad ogni scatto, senza puntamenti.

    Sulla parte superiore oltre ai classici tasti destro e sinistro, ne troviamo altri due che ci permettono di selezionare il tipo di risoluzione di funzionamento del mouse, di default viene impostato sugli 800, 1600, 3200 e 4000 DPI, ma possiamo selezionare quella che ci aggrada di piu' dall' apposito menu'.
    Nella parte bassa troviamo l'ottica del Recon, il sensore Avago 3090 da 4000 DPI che ha il compito di portare sul monitor il movimento del nostro cursore, inoltre ci sono 4 inserti in teflon che permettono al mouse di scivolare senza impedimenti su qualsiasi superficie.

    I 180 cm di cavo sono ricoperti da una guaina nera, come gia visto sull' Xornet, piccola chicca per la presa USB, laccata in oro permette un migliore contatto senza perdite di segnale, caratteristica molto importante per chi prende il Recon per giocare.




    Il software in dotazione e' completo, possiamo decidere come settare il nostro Recon sotto tutti gli aspetti.
    Non troviamo nulla nella confezione, quindi per avere il programma con i relativi drivers dobbiamo collegarci al sito della CM Storm a questo indirizzo.
    Dopo il download di circa 13 MB, il tutto si installa con pochi click di mouse, al primo avvio oltre all'installazione dei drivers e alla ricerca del mouse il software aggiorna il firmware del Recon aggiornandolo alla versione 1.10.
    Il software di gestione e' abbastanza intuitivo, diviso in 6 tabelle da scorrere nella parte alta ci permette di configurare il mouse.
    La prima ci permette di assegnare ad ogni singolo tasto un azione definita, possiamo scegliere dal classico click, al doppio click, oppure assegnargli un azione sul browser.



    La seconda tabella ci permette di selezionare le risoluzioni con cui lavorare, andando a variare anche i tempi di risposta, il tutto assegnandolo in un profilo tra i 4 disponibili.

    La terza sezione ci permette di selezionare il tipo di colore da applicare ai singoli led, per ogni singolo profilo, oppure dargli la colorazione che piu' ci aggrada scegliendo da una palette di 10 colori.
    I led sono tre, selezionabili singolarmente, se utilizzata con senso permette di adattare il look del Recon a quanto e' gia presente sulla nostra scrivania, ma l'alta personalizzazione puo' scaturire colorazioni al quanto discutibili.


    Le ultime tre tabelle permettono il salvataggio dei profili, editare macro ed infine quella di supporto che permette di aggiornare la periferica.






    Se cercate un mouse versatile il CM Storm Recon e' quello che fa per voi, dalle linee all'efficacia di funzionamento il mouse risponde sempre a tutte le varie sollecitazioni senza tentennamenti.
    La forma e' piu' contenuta dell' Inferno, si mostra molto meno affaticante, si adatta meglio al palmo, la posizione dei tasti e' indovinata, si raggiungono facilmente senza staccare la mano.
    Se da una parte risulta piu' manegevole dell'Inferno, il Recon scivola meno dell' Xornet, sembra andare frenato sul tappetino, ma e' solo un'impressione iniziale, una volta che lo si mette sotto stress si nota la sua indole Gamers.
    Il Recon ha ricevuto quanto fatto di buono sui suoi predecessori, nulla e' stato lasciato al caso, la caratteristica di poter essere utilizzato anche dai mancini non ha permesso l'adozione di una forma piu' ergonomica anche per le altre dita, come visto in precedenza sullo Xornet, ma non deve essere vista come una mancanza.
    Completo il software di gestione, ma sopratutto intuitivo, non dobbiamo leggere manuali biblici, bastano pochi click e adattiamo il Recon alle nostre esigenze, sia per la parte funzionale che estetica.
    Trovare una critica su un prodotto del genere e' un' impresa ardua, forse l'unica possibile e' per la Cooler Master stessa, che ha aspettato tanto per lanciare sul mercato un prodotto simile.


    Si ringrazia Cooler Master Italia per il sample pervenutoci.
    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di oczkokok
      oczkokok -
      love that colors )))
  • Calendario

    Dicembre   2018
    Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
    1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30 31