5 di 5 PrimaPrima ... 45
Risultati da 41 a 50 di 50

Discussione: Guida all' OverClocking

  
  
  1. #41
    V.i.M. Very important Modder L'avatar di Lupo
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    provincia di Varese
    Messaggi
    6,198

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    a me sembra ok
    There's no school like old school, and I'm the f**king headmaster.

  2. #42

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    ottimo, si riprende con lo studio! =)
    per quel che ne so il tutto sembra filar nel senso giusto...

  3. #43

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    WIP

  4. #44

    Predefinito Re: Guida all OverClocking


    unrealman ha scritto:
    bene!

    cmq se hai dei dubbi su Amd64/ram TCCD/BH 5

    sono a disposizione
    rispolvero questo post per chiarire

    Da quando smanetto ho sempre avuto ddrII,avevo delle ddrI ma quando non sapevo nulla di pc

    quindi per le DDRI parlero di teoria o al massimo di chip e voltaggi consigliati ma non chiedetemi come far rullare meglio le ddr1 o alcuni chip perche non ho avuto il piacere di giocarci

  5. #45

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    ecco la prima parte definitiva sulle ram

    chiarisco

    ANCHE ESSENDO UNA GUIDA TEORICA PREGO I TECNICI DI NON INDIGNARSI SE TRATTO SOLO ALCUNI ARGOMENTI:DATA LA VASTITA DELL'ARGOMENTO HO SCELTRO DI TRATTARE A GRANDI LINEE SOLO GLI ARGOMENTI CHE INTERESSANO AL FINE DELL'OVERCLOCKING


    Introduzione – Cosa è la ram e qual è la sua utilità


    La RAM è la componente hardware nella quale vengono memorizzate e richieste informazioni (dati ed istruzioni).


    La memoria RAM integrata del processore

    Ogni processore atto ad eseguire calcoli di per se non ha possibilità di eseguirli senza un supporto di memorizzazione. Questo perché al momento di fare anche il più banale calcolo avremo due componenti logici: l’algoritmo (istruzione) ed i dati che devono essere processati secondo le istruzioni impartite. Da questo primo esempio si può dedurre che ci deve essere una supporto atto a memorizzare le istruzioni in base alle quali un dato o una serie di dati devono essere processati.

    A questa esigenza rispondono i livelli di memoria RAM integrata del processore : queste memorie (comunemente conosciute come L1,L2 ecc…) hanno una elevatissima velocità di scrittura/lettura e trasferimento di informazioni e sono le più vicine al sistema dei core. In queste memorie vengono generalmente memorizzate le istruzioni alle quali fa riferimento la processazione di una serie di dati: quanti più dati dovranno essere processati secondo la stessa istruzione tanto più l’istruzione avrà priorità e verrà memorizzata in un livello di memoria più vicino alla cpu (stesso discorso vale per dati che devono essere processati più volte ma con istruzioni differenti).

    La memoria RAM nel Southbridge : CMOS

    La scheda madre come detto in precedenza per salvare le impostazioni di funzionamento della configurazione hardware fa uso della CMOS : una RAM che viene utilizzata per la sua capacita di sicurezza di memorizzazione e di seguito utilizzo delle impostazioni. Alla CMOS ha accesso solo il chipset.

    La memoria RAM di sistema

    La memoria RAM di sistema è una memoria ad elevata capacità nella quale vengono memorizzate grandi quantità di informazioni che software come sistemi operativi (e tutte le applicazioni in genere) richiedono di processare. Nella memoria di sistema non vengono memorizzate informazioni che riguardano il funzionamento stesso dell’hardware. Di quelle citate questa RAM è l’unica overclockabile e sarà oggetto della nostra guida in quanto da essa dipende la processazione di quasi tutte le informazioni.

    Nella ram di sistema non vengono memorizzate informazioni utili dopo lo spegnimento del computer.
    Alla RAM di sistema vi hanno accesso la scheda grafica,la cpu, Il Northbridge ed il Controller DMA (sistuato nel Southbridge tramite il quale schede pci possono accedere alla Ram senza la mediazione della CPU).


    Abbiamo visto 3 esempi di ram che si trovano in ogni computer. Non dimentichiamo però che ci sono componenti hardware che utilizzano una memoria ram dedicata o hard disk costruiti con la tecnologia RAM. Queste memorie non sono sempre presenti nei nostri computer e non abbiamo utilità di conoscerle ai fini delle guida.


    Principio di funzionamento delle RAM


    Ora che sappiamo a cosa serve la memoria RAM ed il suo impiego nei nostri pc puntiamo a capire come funziona per poterla poi overclockare.

    La ram funziona su un principio di base: un particolare circuito sottoposto ad una determinata corrente mantiene una carica elettrica dello stesso voltaggio della corrente applicata.
    Associando ad un valore di voltaggio (diverso da 0) l’informazione 0 o 1 è possibile trasmettere ad un circuito una informazione quindi si parlerà di SCRITTURA DELL’INFORMAZIONE.

    Grazie alla capacità di questo piccolo circuito di mantenere una carica elettrica nel tempo potrò recuperare l’informazione precedentemente scritta verificando il valore di voltaggio della carica elettrica quindi si parlerà di LETTURA DELL’INFORMAZIONE.

    Per memorizzare una informazione nel cicruito viene trasmesso un impulso per scrivere l’informazione e la carica assorbita dal circuito verra rilasciata sotto forma di un altro impulso quando verrà richiesta l’informazione.
    Quando sul circuito viene rilevato un voltaggio pari a 0 allora il sistema crasha ossia non ritiene valida l’informazione.

    L’esempio che è stato riportato fa riferimento alla memorizzazione di 1 bit.

    Avvicinandoci nella realtà si ha il bisogno di mettere assieme miliardi di questi piccoli circuiti e disporli in un determinato ordine affinchè sia facile reperire una informazione.
    Da qui nasce l’esigenza di organizzare questi circuiti in celle,unita nelle quali può essere memorizzata un’ informazione, un BIT.

    Senza approfondire il suo significato matematico il bit è definito una cifra del sistema binario, 0 o 1 : quando parliamo di dato e istruzione/informazione facciamo sempre riferimento ad una serie di impulsi che codificano dei bit.

    Per capire come sono organizzate le celle possiamo fare riferimento ad uno schema formato da righe e colonne (matrice) e agli incroci fra queste troviamo 1 cella. Con questa disposizione si ha l’opportunità di identificare una cella fornendo il numero di riga e di colonna per poi scrivere o leggere il dato.

    La parola RAM è acronimo di Random Access Memory cioè memoria ad accesso casuale. Questo spiega la tecnologia delle ram che memorizzano i dati in celle casuali della matrice

    Nei moduli di memoria di vengono impiegati più chip (ognuno organizzato internamente nello schema descritto) con una determinata capacita di memoria al fine di ottenere la capacita desiderata.
    Altra componente fondamentale di un modulo memoria è il controller che indirizza e gestisce i flussi di dati e operazioni della memoria.

    Come vedremo in seguito ci sono diversi segnali, dati e operazioni coinvolti nel funzionamento della ram: ognuno di questi necessita di un impulso per essere trasmessi o effettuata .Ad una maggior frequenza di lavoro corrisponderà una maggior velocità nella trasmissione degli impulsi quindi minor tempo nel compiere le operazioni, il che si traduce in aumento delle prestazioni.



    NON DITEMI COME AL SOLITO CHE VA TUTTO BENE

  6. #46
    V.i.M. Very important Modder L'avatar di Lupo
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    provincia di Varese
    Messaggi
    6,198

    Predefinito Re: Guida all OverClocking



    NON DITEMI COME AL SOLITO CHE VA TUTTO BENE
    ok, c'è un gravissimo errore!!! :D


    effettuata .Ad

    bisogna mettere parola punto spazio parola, non parola spazio punto parola... :D

    scherzi a parte, queste cose le ho studiate all'università..., mi pare che sia tutto ok... :D
    There's no school like old school, and I'm the f**king headmaster.

  7. #47

    Predefinito Re: Guida all OverClocking


    Shinichi ha scritto:

    La ram funziona su un principio di base: un particolare circuito sottoposto ad una determinata corrente mantiene una carica elettrica dello stesso voltaggio della corrente applicata.
    La ram funziona su un principio di base: un particolare circuito sottoposto ad una determinata tensione mantiene una carica elettrica dello stesso voltaggio della tensione applicata.


    La parola RAM è acronimo di Random Access Memory cioè memoria ad accesso casuale. Questo spiega la tecnologia delle ram che memorizzano i dati in celle casuali della matrice
    Non è proprio così. La denominazione Random deriva dal fatto che è possibile trasferire informazioni con un accesso "casuale", (non come in un nastro magnetico ad esempio, dove va rispettato un ordine) e che il tempo di accesso a OGNI cella è identico qualunque sia la cella.


    Posso aggiungere inoltre una cosa?

    Sito sconosciuto ha scritto:

    Esistono due categorie principali di RAM: la RAM Dinamica (DRAM) e la RAM statica (SRAM), realizzate con tecnologia a semiconduttori.

    La DRAM è una memoria volatile con consumo elettrico medio-alto, alta velocità d'accesso e alta densità spaziale. Il suo principio di funzionamento si basa sul fatto che un condensatore caricato elettricamente, se ben isolato, si mantiene in questo stato per un certo tempo. Associando allo stato carico il significato di bit 1 e a quello scarico il significato 0, possiamo usare questo condensatore per rappresentare un bit. Il condensatore, però, tende spontaneamente a scaricarsi in un tempo che, con le basse tensioni e correnti in gioco e a questa scala dimensionale, si aggira sulle decine di millisecondi. L'unico modo per evitare che la memoria perda il suo contenuto è riscriverla periodicamente: questo processo si chiama refresh, consuma ovviamente energia elettrica e richiede un certo tempo, durante il quale la parte di memoria interessata non è accessibile. Questo è uno dei motivi per cui la RAM è meno veloce della SRAM usata, ad esempio, per la cache del processore.

    La SRAM è infatti realizzata in modo tale che i bit mantengano il loro stato senza richiedere rinfresco periodico, a condizione che venga alimentato il circuito. Purtroppo, nella SRAM ogni bit è fisicamente implementato come una rete di ben 6 transistor (ognuno più ingombrante del condensatore usato per un bit della DRAM), ragion per cui l'area occupata a parità di capacità è molto superiore a quella della DRAM (in altre parole, la densità spaziale della SRAM è molto minore), facendo lievitare anche i costi; inoltre, a causa della necessità di alimentazione continua, il consumo elettrico della SRAM dipende fortemente dalla frequenza di lavoro ma è comunque non trascurabile. Queste caratteristiche rendono impraticabile la realizzazione di banchi di SRAM di grandi dimensioni, pertanto la SRAM viene utilizzata in piccoli quantitativi in applicazioni particolari, nelle quali per la sua elevata velocità essa può migliorare le prestazioni di un componente: l'esempio tipico è la cache memory della CPU, che deve poter funzionare a frequenze elevate anche a costo di assorbire correnti elevate.
    Comunque complimenti, è spiegato in maniera molto chiara e comprensibile.

  8. #48

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    X rispondere a bargy

    1)una tensione non si applica!!!
    Una tensione non è altro che uno stato fisico che prende in considerazione il delta potenziali di due punti immersi in un campo di forze elettriche!

    quindi è scorretto dire applicare una tensione bensi applicare una corrente (che ovviamente deve avere una tensione altrimenti non ci sarebbe flusso di cariche!)

    poi per la seconda cosa ti ripeto quello che ho scritto sopra: si parla di una carica, non di una corrente che ha come caratteristiche la differenza di potenziale della corrente applicata.Non si parla piu di corrente in quanto i punti non sono piu immersi nello stesso campo di forze

    2)per l'accesso abbiamo detto le stesse cose!alla fin fine l'accesso casuale viene usato solo per la memorizzazione dato che per il refresh, lettura ecc.. l'accesso è mirato,quindi va bene cosi,credo sia piu chiaro

    3)non so se sai che il prossimo punto della guida è

    i diversi tipi di ram in cui si parlera di ram ad inverter statico(sram), condensatore(sdram) e FORSE Fe ram (dico forse per dire quasi no perche ne sono stati prodotti da samsung pochi modelli ddr1 e costosi)

    cmq tutto cio che c'è in quel testo è giusto ma sono convinto di riuscire a spiegare quelle cose in termini piu semplici,è proprio quella la mia sfida: limitare il tutorial alle nozioni necessarie (anche perche non mi va di scrivere un tutorial sulle ram,il mio sarebbe di 100 pagine!) e soprattutto spiegarle nella maniera piu semplice possibile!

    e poi ho scritto

    ANCHE ESSENDO UNA GUIDA TEORICA PREGO I TECNICI DI NON INDIGNARSI SE TRATTO SOLO ALCUNI ARGOMENTIATA LA VASTITA DELL'ARGOMENTO HO SCELTRO DI TRATTARE A GRANDI LINEE SOLO GLI ARGOMENTI CHE INTERESSANO AL FINE DELL'OVERCLOCKING

    mi scuso ancora per quelle persone come me alle quali piace parlare di ingegneria informatica in maniera piu organica ma dovete anche capire l'utilita finale della guida

    nella prossima parte della guida mi prefiggo di spigare molto chiaramente cio che è scritto in quel testo, facendo anche riferimenti agli esempi fatti prima (nota come ho disposto gli argomenti,fra poco tutto filera che una meraviglia)

    hai scritto tu quel testo?

    unica cosa che ha sbagliato l'autore di quella guida è che allo scarico del condensatore non corrisponde 0 ma CRASHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    cosa che ho ben sottolineato all'inizio della mia guida , è un errore comune e se leggi le nozioni iniziali di elettronica ho scritto perche

    piacere cmq di conoscerti fa sempre piacere parlare con gente di queste cose!

  9. #49
    Chunin A L'avatar di Heki
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    In mezzo ai Bustocchi
    Messaggi
    4,630

    Predefinito Re: Guida all OverClocking


    Shinichi ha scritto:

    unrealman ha scritto:
    bene!

    cmq se hai dei dubbi su Amd64/ram TCCD/BH 5

    sono a disposizione
    rispolvero questo post per chiarire

    Da quando smanetto ho sempre avuto ddrII,avevo delle ddrI ma quando non sapevo nulla di pc

    quindi per le DDRI parlero di teoria o al massimo di chip e voltaggi consigliati ma non chiedetemi come far rullare meglio le ddr1 o alcuni chip perche non ho avuto il piacere di giocarci
    Per queste memorie ci sono io

    Ho lavorato e lavoro tutt'ora sulle DDR, ho anche 2 banchi di old BH5
    Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
    Sometimes things just happen... several times you have to make them happen

    http://erepublik.com/images/badges/e...adge-80x15.gif

  10. #50

    Predefinito Re: Guida all OverClocking

    Ho imparato molte cose nuove e direi necessarie per affrontare un overclock.

    Or ora, per le teste dure come la mia, servirebbe un po' di pratica da affiancare e meglio rendere l'idea.

    Ho trovato questa guida, molto semplice e con qualche errore a mio avviso, ma vorrei chiedere al blasoncato occatore Shinichi se gli puo' dare un occhio ed eventualmente correggere errori vari.

    Guida all'Overclock


5 di 5 PrimaPrima ... 45

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •